LA FORNACE CARENA RIPRENDE LA PRODUZIONE DI BLOCCHI DA SOLAIO

Nel 2005 la FORNACE LATERIZI CARENA, spinta da una crescente domanda di laterizi forati da muratura, scelse di sospendere la produzione di blocchi da solaio, per concentrarsi sullo sviluppo di una larga gamma di blocchi da muro porizzati, forati da tamponamento e tramezze, arrivata a più di 22 tipologie diverse.

IL MATTONE? NON È COTTO….

Questo è il titolo di un articolo apparso su una prestigiosa rivista che parla delle tendenze e attualità della distribuzione Edile “YOU TRADE “Virginia Gambino Editore” I numeri indicano che le vendite sono crollate a causa della crisi sulle nuove costruzioni; questa è stata la causa principale per cui molte aziende del settore hanno chiuso. L’ANDIL (Associazione Industria Laterizi) registra la chiusura di 115 fornaci di laterizi dal 2007 al 2016 portando il numero di fornaci attive nel 2016 a 97 (una riduzione del 54%).

La ripresa del mattone in Italia

Tra il 2008 e il 2014 oltre 100 mila imprese del settore edile sono uscite dal mercato. Una crisi che è arrivata dopo nove anni di crescita ininterrotta e che ha colpito soprattutto le realtà più strutturate in termini di dipendenti, causando la perdita di circa 580 mila posti di lavoro. Oggi alcuni segnali di ripresa sembrano aver finalmente interessato il settore delle costruzioni e a dirlo è il XXIV Rapporto congiunturale previsionale del Cresme, realizzato quest’anno con il patrocinio di SAIE, salone internazionale dell’edilizia che tutti gli anni si svolge a Bologna, e presentato in un appuntamento pre-fiera.

Il rinnovo delle detrazioni fiscali per ristrutturazione

Con la legge di stabilità 2016 sono state prorogate fino al 31 dicembre di quest’anno sia la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione può usufruire dunque ancora della detrazione d’imposta Irpef maggiorata per un importo massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

Il mattone, un bene rifugio che dura nel tempo

In Italia il mito della casa di proprietà resta vivo e fino a qualche anno fa l’immobiliare rappresentava il bene rifugio per eccellenza. Oggi, dopo una crisi profonda del settore edile ancora non conclusa e che ha messo in discussione la solidità di questo tipo di investimento creando incertezza a causa delle pecche che lo affliggono, il mattone resta ancora il bene più tangibile che il risparmiatore predilige.

News dalla fiera Saie di Bologna

Saie 2016 si è conclusa il 22 ottobre scorso, a Bologna. La 52° edizione della più grande esposizione a livello nazionale di informazione e formazione edilizia ha puntato tutto su innovazione e sostenibilità, gli stessi mezzi con i quali tutto il settore delle costruzioni sta partecipando alla sfida del suo rinnovamento.

Le tegole e i coppi della Fornace Mosso

Una storia iniziata un secolo fa da Paolo Mosso, quella della Fornace Mosso di Santena, dove nel 1904 una solitaria ciminiera sorgeva in mezzo alla campagna. Non un luogo qualunque, ma un sito geologico unico, quello dell’altopiano di Poirino, caratterizzato da depositi di pregiate argille rosse. Originatesi dal discioglimento dei ghiacciai all’epoca dell’ultima glaciazione, le argille del Pianalto costituiscono la materia prima per una produzione a km zero, eco-compatibile, dove l’intero processo produttivo è rispettoso dell’ambiente e non inquinante.

I mattoni fatti a mano della Fornace Ballatore

Più di 5000 anni fa, e nella stessa forma con cui lo ritroviamo oggi, nasceva il primo mattone. In terracotta, è rimasto uno dei pochi prodotti composti di soli materiali naturali: argilla, sabbia e acqua, lavorati oggi con il supporto delle nuove tecnologie, a sostegno in maggior misura del controllo del processo di cottura.

Biopor, il mattone naturale porizzato della Fornace Carena

La Fornace laterizi Carena sorge a Cambiano dal 1907, grazie al lavoro e alla passione di tre generazioni di fornaciai, che mettono a frutto ancora oggi l’esperienza maturata in anni di produzione nel cuore del Piemonte. Un’attenzione alla sostenibilità che parte dalle materie prime impiegate, un processo di produzione che evidenzia il focus ambientale dell’azienda, una ricca gamma di manufatti che spaziano dai laterizi tradizionali ai nuovi blocchi da muro e tramezze, e che vede come fiore all’occhiello un prodotto estremamente particolare e innovativo, Bio-por.

LEASING AGEVOLATO SULLA PRIMA CASA

La nuova Legge di Stabilità introduce disposizioni per consentire l’acquisto della prima casa attraverso un contratto di leasing che prevede corpose detrazioni fiscali. Una banca o un intermediario finanziario provvedono all’acquisto o alla costruzione di un immobile seguendo le indicazioni dell’utilizzatore, il quale pagherà un canone secondo una durata concordata e al termine del periodo potrà decidere se riscattare l’abitazione o restituirla.